Il dott. Mirko Osellame è il Luogotenente della Divisione 16 di Kiwanis, organizzazione internazionale diffusa anche in Italia. È stato incaricato a livello nazionale, dal governatore Maura Magni, di mettere a punto logisticamente una singolare e bella operazione: adottare la storia di Cattivirus e portarla alle scuole italiane, come segno di condivisione in un momento difficile. L’idea ha trovato una bella risposta nelle Divisioni dislocate sul territorio, dove sono vissuti ed interpretati i principi di solidarietà e di ricerca del bene comune che hanno ispirato la fondazione di Kiwanis negli Stati Uniti d’America.   

Infatti, migliaia di fascicoli stanno raggiungendo l’Italia, da nord a sud, e verranno poi messi a disposizione degli Istituti scolastici, grazie all’impegno delle 12 Divisioni Kiwanis che hanno aderito a questa importante iniziativa di contrasto al coronavirus. “Un dono per te”: questa la frase scritta sulla copertina de “Il giorno in cui Cattivirus finì ko”, la coinvolgente storia scritta da Roberto Alborghetti con le illustrazioni di Eleonora Moretti, edita da Funtasy Editrice che, con Paolo Sandini, ha coordinato il progetto.    

Ci dice Mirko Osellame: “E’ un progetto in cui abbiamo creduto da subito. Per Kiwanis è importante e fondamentale dialogare e collaborare con il mondo della scuola, al quale occorre proporre iniziative ed attività significative. E questa lo è. Con il fascicolo speciale di Cattivirus offriamo alla scuola una opportunità di lavoro, riflessione e crescita. La storia di Cattivirus ha un valore didattico avendo la finalità di parlare ai bambini della Primaria, stimolandoli ad opportuni e necessari comportamenti al fine di prevenire la diffusione della pandemia. E sappiamo che poi i bambini, a loro volta, coinvolgono i genitori e le famiglie. Questa è vera promozione sociale”.

Dott. Mirko Osellame, Luogotenente Kiwanis Divisione 16

Al dott. Osellame piace sottolineare anche un altro aspetto della scelta di Kiwanis di collaborare con Funtasy Editrice: “La nostra organizzazione ha come “mission” quella di sostenere ed aiutare l’infanzia. Abbiamo varato tante iniziative di solidarietà in aiuto alle realtà più povere e disagiate del Pianeta. L’abbiamo fatto anche con l’Unicef, con l’intento di garantire medicinali e vaccini a migliaia di bambini indigenti. Con il servizio legato al ‘librattivo’ di Cattivirus abbiamo puntato lo sguardo sul nostro territorio. Abbiamo infatti avvertito l’esigenza che i più piccoli potessero avere tra le mani una storia simpatica ed educativa. Mancano infatti strumenti editoriali in questo senso, anche perché il virus i libri scolastici non l’anno ancora raccontato. Kiwanis ci ha pensato e ha voluto essere, ancora una volta, dalla parte dei bambini, localmente, anche nelle piccole realtà”.

Continua Mirko Osellame: “Va peraltro detto che anche noi, come Divisione 16 , in questi tempi di pandemia abbiamo voluto dare concretamente una mano alle persone più bisognose. Abbiamo distribuito, in questi mesi, oltre 33 quintali di viveri di prima necessità, perché la pandemia ha provocato nuove povertà. Accanto a questo sforzo, ecco il fascicolo di Cattivirus che sensibilizza e crea una cultura della prevenzione e della salute. Perché il virus, oltre che con i vaccini, si batte con il senso di responsabilità e con l’attenzione ai comportamenti quotidiani. Tutti insieme”.

Per informazioni sull’iniziativa di Kiwanis, contattare Funtasy Editrice: info@funtasyeditrice.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna allo store